Attrattività imprese: la Regione incentiva anche le certificazioni ambientali

La Legge regionale n. 14/2014 “Promozione degli investimenti in Emilia-Romagna” (pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 216 del 18 luglio 2014), che intende promuovere l’attrazione e la competitività del sistema economico dell’Emilia-Romagna, presta grande attenzione anche agli aspetti ambientali e di sostenibilità della produzione. Uno degli obiettivi della legge è infatti raggiungere elevati livelli di sostenibilità ambientale e sociale dello sviluppo, concorrendo alla realizzazione della strategia europea per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva.

Prevenzione nella produzione dei rifiuti: ERVET supporta la Regione Emilia-Romagna nella realizzazione di un accordo collaborativo con Legacoop Emilia-Romagna

Il 17 giugno 2014, con il supporto operativo di ERVET, è stato siglato a Bologna il secondo Accordo nell’ambito dei partenariati pubblico-privati che la Regione Emilia-Romagna intende promuovere per raggiungere gli obiettivi previsti dal Piano Regionale di Gestione Rifiuti (PRGR), in particolare la riduzione della produzione dei rifiuti pari al 20-25% entro il 2020.

Anche l’Emilia-Romagna approva la Carta per lo sviluppo delle Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate

ERVET supporta un gruppo di lavoro, coordinato dalla Rete Cartesio, composto dalle Regioni italiane maggiormente impegnate sul tema della APEA (Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate), ovvero le aree industriali che fanno dell’impegno al miglioramento ambientale un elemento di competitività. Il 17 marzo scorso la Giunta Regionale dell’Emilia Romagna ha approvato la Carta per lo sviluppo delle Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate in Italia (APEA). L’Emilia Romagna si aggiunge così a Toscana, Sardegna e Liguria, che hanno approvato la Carta nel corso del 2013.