Al via la realizzazione della struttura che ospiterà uno dei più grandi supercomputer al mondo e consentirà di avere previsioni meteo sempre più affidabili e precise. ERVET ha preso parte a questo progetto occupandosi di questi elementi:

  • Gruppo di lavoro per la partecipazione al bando di assegnazione del Centro Meteo all’Italia e a Bologna in particolare.
  • Coordinamento progettuale in fase di trasformazione dei requisiti del Centro in progetto, quest’ultimo svolto dallo Studio Marg – Von Gerkan und Partner
  • Stazione appaltante della gara di appalto
  • Direzione lavori.
Il nuovo Data center del Centro Europeo per le previsioni Meteorologiche a medio termine (ECMWF) contribuirà a spingere oltre i limiti le previsioni del tempo, per riuscire a prevedere ancora prima eventi ad alto impatto come tempeste di vento, inondazioni e ondate di calore, e consentire così ai servizi meteorologici e di emergenza nazionali di proteggere meglio vite umane e proprietà in un clima sempre più mutevole. Il Centro, che ha sede a Reading, nel Regno Unito, ha deciso di trasferire la sua struttura di supercalcolo a Bologna, dove sarà operativa entro la fine del 2020.

Martedì 13 novembre un evento di presentazione segnerà la fine dei complessi lavori preparatori e l’inizio della realizzazione del nuovo impianto dell’ECMWF all’interno del futuro Tecnopolo di Bologna (ex Manifattura Tabacchi), che ospiterà uno dei più grandi supercomputer del mondo.

Alla conferenza stampa parteciperanno Patrizio Bianchi, assessore regionale al Coordinamento delle politiche europee allo Sviluppo, Jorge Miguel Alberto de Miranda, presidente del Consiglio di ECMWF, Florence Rabier, direttore generale di ECMWF, Silvio Cau, direttore di ReMet, Reparto Meteorologia dell’Aeronautica Militare, Palma Costi, assessore regionale alle Attività produttive. Al termine della presentazione interverrà il presidente della Regione, Stefano Bonaccini.

Il pomeriggio sarà dedicato alla discussione sul tema Big Data nel contesto della scienza europea, con una tavola rotonda a Palazzo Boncompagni.

Programma della giornata