SITAR Emilia-Romagna

La Regione Emilia-Romagna ha avviato fin dal 1989 una puntuale attività di monitoraggio dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture con il supporto operativo delle società del sistema ERVET: Quasco, Quasap e NuovaQuasco. Tale attività si è nel tempo perfezionata ed adeguata alle molteplici disposizioni normative che sono intervenute nell’ambito degli obblighi di: pubblicità, monitoraggio, trasparenza e legalità degli appalti e dei contratti pubblici. Il frutto di queste iniziative è il sistema informativo SITAR accessibile dalla piattaforma internet: www.sitar-er.it che consente a tutte le amministrazioni aggiudicatrici d’ambito regionale di poter dare adempimento agli obblighi normativi con un unico sistema di gestione, ricavandone grandi vantaggi in termini di efficienza e non ripetitività delle azioni comunicative. SITAR è la piattaforma informatica su cui tutti i cittadini possono ricevere le informazioni pubbliche su: programmazioni triennali; bandi, avvisi ed esiti di gara. SITAR è la banca dati a cui la Regione Emilia-Romagna attinge per la redazione dei rapporti congiunturali sui contratti pubblici e per la costruzione di significativi indicatori economici e sociali. SITAR è la banca dati degli appalti e dei contratti pubblici di lavori, forniture e servizi a disposizione degli organismi di vigilanza preposti. L’unità operativa: “Qualità appalti pubblici e contratti” si occupa di mantenere aggiornata e gestire la piattaforma nonché di dare il necessario supporto tecnico operativo alle amministrazioni aggiudicatrici che vi operano.

 

Servizio Contratti Pubblici (SCP)

A partire dal 2003, l’allora Ministero dei Lavori Pubblici affidò alla società QUASAP lo sviluppo del portale SCP nel cui ambito il Ministero, in accordo con le regioni ed ITACA, realizza gli obblighi di pubblicità di: programmazioni triennali, bandi, avvisi, ed esiti di gara ai sensi del d.lgs 163/2006 e fornisce un servizio di supporto tecnico giuridico a tutte le amministrazioni aggiudicatrici interessate. L’unità operativa “Qualità appalti pubblici e contratti” confluita in ERVET con la fusione per incorporazione di NuovaQuasco, in continuità, gestisce e mantiene aggiornato il portale www.serviziocontrattipubblici.it occupandosi anche della progettazione e sviluppo degli interventi di manutenzione evolutiva nonché di fornire il necessario supporto tecnico di secondo livello agli addetti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, delle regioni e di ITACA.

 

REPAC

Garantire la legalità nei cantieri delle costruzioni. Appalti, sub-appalti e sub-forniture sono terreno fertile per la malavita organizzata, per i loro affari ed il controllo del territorio. Ribassi eccessivi ed uso di mezzi di produzione illeciti tra cui l’impiego di manodopera irregolare sono gli effetti dell’illegalità. Al fine di prevenire questo malcostume l’ing. Massimo Cataldi nel 2012 inventò il REPAC “Metodo e sistema per il controllo degli accessi a un cantiere” che ha consentito lo sviluppo dell’omonimo sistema informativo che consente agli operatori della vigilanza preposti la possibilità di contestare in modo efficace l’impiego di manodopera irregolare. Successivamente la Regione Emilia-Romagna ha messo a disposizione delle amministrazioni pubbliche regionali (ma anche ai committenti privati) il portale www.repac.it per consentire loro il monitoraggio del proprio cantiere ed in questo modo prevenire l’impiego di manodopera irregolare e la presenza di imprese non autorizzate. L’unità operativa “Qualità appalti pubblici e contratti” gestisce il portale www.repac.it, si occupa della sua manutenzione ordinaria ed evolutiva e fornisce il supporto tecnico operativo ai soggetti che lo utilizzano.

 

Full Service Appalti

L’unità operativa “Qualità appalti pubblici e contratti” gestisce il servizio: “Full Service Appalti” che ERVET mette a disposizione dei propri soci per il supporto nella gestione degli appalti, potendo contare su un set di strumenti e di servizi.  L’abbonamento comprende i servizi: “Chiedilo ad ERVET”, “Newsletter appalti” ed una linea telefonica a cui rivolgersi per ricevere informazioni e supporto nella gestione del complesso ciclo di realizzazione di un appalto pubblico dalla programmazione al collaudo/regolare esecuzione. Agli abbonati sono inoltre riconosciuti sconti sulle tariffe per prestazioni di consulenza e di partecipazione alle iniziative di aggiornamento e formazione.

 

Aggiornamento e Formazione

L’unità operativa “Qualità appalti pubblici e contratti” organizza iniziative di aggiornamento e di formazione sulle materie tecnico giuridiche di gestione delle concessioni e dei contratti pubblici di lavori, forniture e servizi. Tali iniziative hanno tre principali modalità: i seminari; il forum e i corsi di specializzazione. I seminari sono incontri una / mezza giornata in cui vengono illustrate da esperti le novità e gli argomenti di attualità. Il forum è un ciclo di 8 incontri nell’arco dell’anno 1 al mese (marzo, aprile, maggio, giugno, settembre, ottobre, novembre e dicembre) su altrettanti argomenti d’interesse a cui le amministrazioni iscritte possono far partecipare 2 loro dipendenti a scelta (a seconda della tematica affrontata). Il corso di specializzazione è organizzato in collaborazione con SPISA (Università di Bologna) nell’ambito di una specifica convenzione con la Regione Emilia-Romagna per sviluppare approfonditamente in circa 30 ore di formazione un tema di rilevanza nell’ambito della contrattualistica pubblica.

 

SIMADA

L’unità operativa “Qualità appalti pubblici e contratti” fornisce il necessario supporto tecnico operativo Direzione Generale Ambiente, Difesa del Suolo e della Costa per la gestione del Sistema Informativo per il Monitoraggio degli Appalti della Direzione Ambiente (SIMADA), finalizzato al monitoraggio e rendicontazione delle attività di programmazione e di attuazione degli interventi di difesa del suolo e della costa. A partire dal 2000 Quasap e NuovaQuasco sono stati incaricati della progettazione e sviluppo di SIMADA, realizzando gli aggiornamenti per recepire le specifiche esigenze del committente regionale, redigendo la manualistica, producendo l’elaborazione statistica dei dati, fornendo le attività di supporto tecnico richieste dalla Direzione Generale Ambiente, Difesa del Suolo e della Costa nell’ambito della redazione di documentazione tecnica, della redazione di pagine informative web, attività di export dei dati.

 

KIT

L’unità operativa “Qualità appalti pubblici e contratti” fornisce il necessario supporto tecnico al servizio: “Opere pubbliche ed edilizia. Sicurezza e Legalità. Coordinamento ricostruzione” della Regione Emilia-Romagna per la redazione e l’aggiornamento di raccolte tecnico-normativo e documentali sulle materie d’interesse nell’ambito degli appalti e dei contratti pubblici. Al momento sono disponibili i KIT su: Partenariato pubblico-privato; Leasing immobiliare in costruendo; Offerta economicamente più vantaggiosa; Contratto di disponibilità. I KIT sono distribuiti gratuitamente dalla Regione a tutti gli interessati su supporto digitale (CD) e attraverso le pagine web dell’Osservatorio Contratti Pubblici della Regione Emilia-Romagna. Ogni KIT contiene, oltre alla raccolta normativa di riferimento, la giurisprudenza, la dottrina, anche schemi tipo ed esempi di applicazione delle procedure amministrative specifiche.

 

Assistenze tecniche alle L.R. 2/2009

L’assistenza tecnica alla Regione in materia di Sicurezza nei cantieri edili e di ingegneria civile è una azione di accompagnamento di cui le pagine web http://www.regione.emilia-romagna.it/sicurezza-nei-luoghi-di-lavoro sono l’espressione più nota e che negli anni si è caratterizzata per attività di vario tipo, dalla impostazione di un piano di marketing per la L.R. 2/2009 alla realizzazione di un sistema di classificazione e restituzione di sentenze della Corte di Cassazione, dalla individuazione e sintesi di documenti tecnici opportunamente selezionati alla pubblicazione di rapporti di ricerca realizzati su finanziamento Ministeriale (progetto s&cante). Documenti consultabili nelle sezioni riguardanti: strumenti per promuovere la sicurezza nel settore; regole per governare il settore; linee-guida per qualificare imprese e lavoratori; dati e documenti per conoscere i problemi dei cantieri.

 

Monitoraggi e supporto in materia di Salute Prevenzione e Sicurezza del Lavoro

L’attività consiste principalmente in un supporto continuativo all’Ufficio Operativo del Comitato regionale ex art. 7 D. lgs 81/2008, comitato che coordina le attività di prevenzione e vigilanza in materia di salute e sicurezza sul lavoro secondo la disciplina del DPCM 21 dicembre 2007. Il monitoraggio produce documentazione riguardante le sezioni territoriali permanenti del Comitato, analisi degli infortuni e delle malattie professionali in Emilia-Romagna in collaborazione con le AUSL e INAIL; informazioni riguardanti l’utilizzo di fondi ex D. Lgs 758/94 finalizzati al perseguimento di progetti specifici in materia di prevenzione informazioni provenienti dal gruppo di lavoro edilizia con particolare riferimento a specifici dati sui cantieri e allo studio dell’utilizzo dei dati provenienti dalle notifiche preliminari. Attività con analoghe finalità ma anche relative alla gestione di procedure riguardanti la rimozione e smaltimento amianto (Progetto SIRSA) piuttosto che l’organizzazione interna e i Servizi di Prevenzione e Protezione risultano recentemente commissionate anche su incarico da parte di singoli soci di ERVET.