Attuazione del PTR: supporto alla pianificazione territoriale di area vasta

ERVET fornisce supporto tecnico all’attuazione degli obiettivi del PTR, il Piano Territoriale Regionale. Le attività si articolano in due filoni. Il primo consiste nella definizione di un set di informazioni, dati e cartografie di contesto per la costruzione di Quadri Conoscitivi Pubblici, a supporto dei processi di pianificazione territoriale regionale e delle ‘aree vaste’ (composte da diversi comuni). Il secondo filone riguarda l’analisi dell’impatto della nuova programmazione comunitaria sulla programmazione territoriale in Emilia-Romagna, anche attraverso il sistema di indicatori legato alla ValSat (Valutazione di sostenibilità ambientale e territoriale).

 

Le Aree Interne della Regione Emilia-Romagna

Vengono analizzate le caratteristiche sociali ed economiche delle aree marginali, montane e di pianura, con la prospettiva di ricollocare questi territori al centro della programmazione integrata regionale e in coerenza con la Strategia Nazionale per le Aree Interne definite nell’Accordo di Partenariato 2014-2020. Questa attività fornisce supporto tecnico per l’identificazione e la caratterizzazione delle Aree Interne della Regione Emilia-Romagna e per la definizione e sperimentazione della Strategia nelle Aree Progetto selezionate.

 

Assistenza tecnica all’Autorità responsabile del Fondo di Sviluppo e Coesione (FSC)

Viene fornita assistenza tecnica per la gestione e l’attuazione degli interventi finanziati con le ‘Intese per l’integrazione delle politiche territoriali’, sottoscritte tra Regione e enti locali nell’ambito del PAR FSC 2007-2013. In particolare, le attività effettuate riguardano la rendicontazione, i controlli, il monitoraggio degli interventi anche a supporto della certificazione della spesa.

 

Riordino territoriale e partecipazione dei cittadini

Si fornisce supporto ai processi di semplificazione istituzionale e amministrativa previsti dalle normative nazionali e regionali, con particolare riferimento alla creazione e gestione della banca dati delle buone pratiche di semplificazione. Vengono monitorate le funzioni esercitate in forma associata dai Comuni emiliano-romagnoli e studiate le esperienze di fusione. Si realizza, inoltre, l’aggiornamento del vademecum, realizzato nel 2013, sugli adempimenti operativi per i Comuni emiliano-romagnoli nati da fusione. Attraverso l’Osservatorio della Partecipazione, si effettua l’analisi periodica dei processi di partecipazione nel territorio regionale.

 

Attività di marketing territoriale internazionale

ERVET promuove l’attrattività del sistema produttivo regionale e opera come contact point per gli investimenti esteri per conto della Regione Emilia-Romagna. Gli investitori vengono supportati attraverso: strumenti online (es.: il sito www.investinemiliaromagna.eu, le schede sulle filiere produttive, ecc.), analisi di contesto, accompagnamento pre-investimento, supporto alla definizione degli Accordi per l’Insediamento e lo Sviluppo (Legge reg. 14/2014), collaborazioni con istituzioni e stakeholder, supporto all’identificazione dell’area di insediamento, monitoraggio post-investimento e aftercare. Altre attività riguardano: la promozione dell’immagine regionale, il supporto a iniziative volte a superare crisi settoriali, l’analisi del posizionamento regionale (flussi IDE, benchmarking, operatori, ecc.) e il supporto alle politiche. Viene inoltre portata avanti la partecipazione a progetti di cooperazione internazionale legati al tema dell’attrattività e della promozione degli investimenti (eg. PACMAn, Attract SEE).

 

Supporto alle politiche territoriali agricole

Nell’ambito del Piano di Sviluppo rurale 2007-2013 (PSR) è stato redatto il rapporto annuale di monitoraggio, fornita assistenza tecnica all’approccio Leader, dedicato allo sviluppo locale delle aree marginali, e supporto ad AGREA (Agenzia Regionale per le Erogazioni in Agricoltura) per i controlli amministrativi sui corsi di formazione.

 

PACMAN – Promuovere l’attrattività, la competitività e l’internazionalizzazione dei distretti agro-alimentari dell’Area MED

Il progetto, finanziato dal programma europeo MED, nasce con l’obiettivo di stimolare le capacità dinamiche e innovative del settore agro-alimentare nell’area del mediterraneo, attraverso la collaborazione a livello transnazionale tra filiere, organizzazioni e istituzioni. I 10 partner coinvolti operano in Italia, Francia, Portogallo, Cipro, Grecia, Spagna. I principali output del progetto sono stati: il codice di condotta sulla sostenibilità dell’agroalimentare nel Mediterraneo; la mappatura e analisi dei settori della filiera agroalimentare; interviste alle imprese; database online delle organizzazioni nell’area MED; azioni pilota su modelli di governance, manuale sul green packaging, azioni di marketing congiunte; e-guide per gli operatori.
Sito web: www.pacmanproject.eu  Info: pacman@ervet.it

 

Attract SEE

Il progetto, finanziato dal programma europeo MED, nasce con l’obiettivo principale di supportare le politiche per l’attrattività territoriale nell’area del sud-est Europa (SEE), dando impulso al coordinamento tra le diverse politiche pubbliche di sviluppo e al coinvolgimento degli attori locali. I 10 partner coinvolti operano in Slovenia, Italia, Austria, Ungheria, Serbia, Croazia, Bosnia e Erzegovina, Macedonia, e sono stati affiancati da altri partner associati e osservatori. I principali output del progetto sono stati: una ‘Common Territorial Monitoring Framework’ per costituire un sistema di monitoraggio basato su una struttura comune di indicatori; rapporti sull’attrattività e qualità dei territorio a livello regionale, nazionale e trans-nazionale; un ‘manuale’ per il coordinamento delle politiche finalizzato a supportare la partecipazione e il coinvolgimento degli stakeholder locali.
Sito web: www.attract-see.eu

 

SICO Emilia-Romagna

In applicazione della DGR 217/2013 della Regione Emilia-Romagna il sistema informativo SICO (www.progettosico.it) è operativo sull’intero territorio regionale e permette agli utenti di accreditarsi rapidamente, compilare la notifica preliminare e sue eventuali integrazioni validandone i contenuti in tempo reale, la contestuale consultazione dei dati da parte delle AUSL, Direzioni territoriali del Lavoro e Amministrazioni Municipali territorialmente competenti, la periodica trasmissione di dati agli altri enti aventi diritto. In base agli accordi sottoscritti con la Direzione Regionale del Lavoro, l’utilizzo congiunto delle trasmissioni di posta certificata (PEC) e ordinaria abbinato alla dotazione di cruscotti dedicati consente di ottemperare all’obbligo di invio previsto dalla normativa vigente e la conservazione digitale degli atti e delle comunicazioni presso il PARER. Grazie sia alla facilità di uso sia alla innovativa articolazione SICO è risultato finalista al premio “e-government” allo SMAU di Milano 2014.

 

Sistema Informativo Autotrasporto Conto Terzi

La Regione, per lo svolgimento delle funzioni di osservatorio di cui all’articolo 9 della L.R. 3/2014 si impegna a mettere a disposizione un sistema informativo per la condivisione di dati utili per il controllo della legalità nel settore dell’autotrasporto di merci.

Questa finalità è perseguita tramite attività iniziate nel 2014 e che hanno come obiettivi progressivi:

  • La opportuna contestualizzazione delle relazioni tra i soggetti coinvolti e delle criticità del settore di riferimento
  • l’analisi dei software in uso presso le Amministrazioni Provinciali e gli uffici della Motorizzazione
  • la verifica qualitativa di informazioni accessibili e delle procedure in essere per la loro gestione
  • la definizione di proposte operative e di una architettura per la realizzazione del previsto sistema informativo

 

Società dell’informazione e politiche dell’e-government

Ervet supporta la Regione Emilia-Romagna nell’attività di monitoraggio e valutazione di impatto dei progetti regionali di realizzazione delle infrastrutture telematiche, informatizzazione dei servizi delle pubbliche amministrazioni e in generale di innovazione tecnologica per migliorare la vita dei cittadini, la semplificazione delle procedure e il passaggio dei servizi dallo sportello all’online. Oltre che a monitorare i tempi e i risultati dei progetti pubblici, vengono valutate anche le reali ricadute in termini di efficacia e efficienza dei finanziamenti pubblici investiti in questi interventi in modo che la Regione abbia sempre la possibilità in tempo reale di ottimizzarne l’impiego e migliorare la propria programmazione. Ervet, inoltre, svolge la rilevazione dei servizi on line offerti dagli enti della regione e l’analisi del loro livello di utilizzo  da parte dei cittadini, della qualità dei siti pubblici e della presenza degli enti sui principali social network. Particolare attenzione è dedicata alle Smart City dell’ Emilia-Romagna la cui crescita è costantemente misurata con l’uso di indicatori e la lettura comparata dei dati a livello locale, nazione e europeo.