Grazie al progetto Life IRIS – Improve Resilience of Industry Sector, che vede ERVET capofila, SIPRO ha elaborato per un’area produttiva di cui è soggetto gestore  il piano di azione per aumentare la resilienza agli eventi climatici estremi, in linea con le politiche regionali in tema di Cambiamenti Climatici ma anche in tema di Aree Ecologicamente Attrezzate.

Nell’ambito del Progetto LIFE IRIS, SIPRO, Agenzia di sviluppo del territorio della Provincia di Ferrara, ha eletto l’area produttiva di San Giovanni di Ostellato, già qualificata a livello regionale Area Produttiva Ecologicamente Attrezzata (APEA), come area pilota in cui sperimentare un nuovo approccio per far fronte ai sempre più frequenti ed estremi eventi climatici che mettono in crisi il comparto produttivo.

Dopo una prima valutazione dei rischi prevalenti per l’area, SIPRO ha elaborato un Piano di adattamento al cambiamento climatico, contenente una serie di azioni il cui obiettivo finale è aumentare la resilienza dell’insediamento produttivo, cioè la sua capacità complessiva di fare fronte ad eventi pericolosi. Le azioni previste contemplano iniziative rivolte alle aziende insediate (come l’Helpdesk in materia di adattamento, la formazione, la consulenza per elaborare valutazioni del rischio e piani di adattamento a livello aziendale) così come azioni sull’intera area (ad esempio per agire sull’effetto isola di calore, per affrontare l’esondazione dei fiumi o per salvaguardare gli ecosistemi).

Questa iniziativa si inquadra nella cornice delle azioni strategiche a livello regionale in tema di cambiamenti climatici: va ricordato infatti che Regione Emilia–Romagna, con il supporto tecnico di ERVET, sta lavorando all’elaborazione della “Strategia unitaria di mitigazione e adattamento per i cambiamenti climatici”per accelerare il raggiungimento degli obiettivi europei di riduzione effettiva delle emissioni di gas “serra” e contestualmente di migliorare la capacità di adattamento del sistema regionale.

Al tempo stesso, il progetto mette in evidenza le potenzialità dello status di APEA, area produttiva all’interno della quale il soggetto gestore unico riesce a monitorare e a gestire a scala di area tematiche ambientali ed energetiche e di innovazione d’impresa, forte anche di partnership pubblico private e di collaborazioni tra i diversi portatori di interesse (imprese, Comuni, gestori del servizio pubblico, Consorzi di Bonifica, ecc.). Una seconda APEA regionale partecipa al progetto IRIS ed ha elaborato il suo piano di adattamento: si tratta dell’area produttiva Bomporto in provincia di Modena, gestita dal Consorzio Attività Produttive Aree e Servizi.

Il progetto IRIS prosegue la tradizione di progetti innovativi dedicati alla sostenibilità degli ambiti produttivi realizzati in Emilia Romagna negli ultimi 15 anni, anche grazie al supporto di ERVET (es. Life ECCELSA, Life ETA-BETA, Interreg ECOLAND, Interreg MITKE, Interreg MEID.

Per maggiori informazioni:

Progetto IRIS

Area produttiva di San Giovanni di Ostellato gli incontri formativi sui cambiamenti climatici

Strategia regionale per i cambiamenti climatici

Piano di adattamento dell’area industriale di Bomporto (Modena), partner del progetto Life IRIS