Dopo il grande interesse riscontrato sul territorio per il primo bando sulla “riqualificazione energetica degli edifici pubblici, la Regione Emilia-Romagna ha pubblicato in attuazione dell’Asse 4 del POR FESR un nuovo bando con le medesime finalità (DGR n.1978 del 13/12/2017).

Con la misura incentivante la Regione Emilia-Romagna intende proseguire il percorso, avviato nel 2016, di sostegno agli enti pubblici nel conseguire obiettivi di risparmio energetico, uso razionale dell’energia, valorizzazione delle fonti rinnovabili, riduzione delle emissioni di gas serra. Con il primo bando, infatti, la Regione ha finanziato, avvalendosi del supporto di Ervet nella fase di valutazione tecnica, circa 170 edifici per un totale di oltre 13 milioni di euro di contributi concessi.

Il nuovo bando è rivolto ai Comuni, Province, Città metropolitane, Unioni di Comuni, società partecipate degli enti locali, Acer e altri soggetti pubblici o amministrazioni pubbliche, e finanzia fino ad un massimo del 30% delle spese sostenute per la realizzazione degli interventi, incluse le spese tecniche e le spese per la redazione della diagnosi energetica dell’edificio da riqualificare.

La trasmissione delle domande di contributo e degli allegati – attraverso l’applicativo Sfinge2020 –  deve  avvenire dalle ore 10,00 del 18 dicembre 2017 alle ore 17,00 del 31marzo 2018.

Con la DGR n. 1979 del 13/12/2017, inoltre, la Regione approva modifica e chiarisce alcuni aspetti del 1° bando POR FESR Edifici pubblici scaduto a febbraio 2017, tra cui art. 6.15 sull’ammissibilità delle spese sostenute, art. 12.1 proroghe e tempi di conclusione lavori, art. 12.3-12.5-12.7 varianti al progetto e art.17.2 controlli.

Per approfondimenti:

http://www.regione.emilia-romagna.it/fesr/opportunita/2017/riqualificazione-energetica-degli-edifici-pubblici