Il tema degli appalti verdi nel settore dell’edilizia e dei criteri di qualificazione ambientale delle costruzioni è stato il focus del workshop promosso dalla Regione Emilia-Romagna e da ERVET nell’ambito del progetto Life Prepair per la diffusione del GPP.

L’evento tenutosi lo scorso 17 ottobre a Bologna all’interno del SAIE Fiera internazionale dell’edilizia innovativa e sostenibile, ha rappresentato un’occasione per esporre i principi e i contenuti del CAM Edilizia, allo scopo di sensibilizzare e indirizzare la corretta applicazione dei criteri ambientali minimi in edilizia da parte delle stazioni appaltanti e degli operatori del settore edile (progettisti e imprese).

L’iniziativa, che ha visto la partecipazione di un centinaio di addetti ai lavori in rappresentanza di istituzioni, associazioni delle imprese e di enti locali, ordini professionali, è stato un momento di confronto sulle difficoltà di applicazione del CAM Edilizia, soprattutto per la sua complessità in quanto deve essere integrato in fase di progettazione e deve interagire con la pianificazione territoriale e urbanistica. Difficoltà legate anche al mercato dei prodotti sostenibili, che in alcuni casi ancora acerbo per soddisfare le richieste del CAM, e al fatto che laddove il mercato sarebbe già pronto, è ancora bassa la domanda. È emersa la necessità di dare maggiore importanza al tema delle certificazioni ambientali ed energetiche, richiamate nel documento ministeriale (DM 11 ottobre 2018), che andrebbero più valorizzate e sostenute a livello regionale per introdurre criteri di sostenibilità nella realizzazione degli edifici. Indispensabile la formazione sia degli enti che dei progettisti che sono chiamati ad applicare i requisiti del CAM.

Il progetto Life Prepair ambisce a migliorare la qualità dell’aria del Bacino Padano attraverso molteplici  azioni tra cui la promozione e la diffusione di buone pratiche di risparmio energetico anche tramite il Green Public Procurement (GPP). L’azione coordinata dalla Regione Emilia Romagna ed ERVET, oltre ai workshop formativi prevede la realizzazione di manualistica e di corsi e-learning a beneficio degli operatori del settore e dei funzionari delle stazioni appaltanti.

Per ERVET sono intervenuti Marco Ottolenghi, che in qualità di responsabile del progetto PREPAIR ha coordinato i lavori della giornata e Angela Amorusi, che in rappresentanza del gruppo di tecnici PREPAIR ha illustrato il CAM edilizia.

 

Scarica gli atti dell’evento:

Portale ER Ambiente Regione Emilia Romagna