Dopo il kick-off meeting di ottobre tenuto in Camargue, proseguono gli incontri tra partner finalizzati allo scambio di buone pratiche sul tema dei servizi ecosistemici all’interno delle regioni deltizie: il 5 e il 6 marzo i nove partner di progetto si sono trovati a Valencia per visitare il parco naturale di Albufera e per ascoltare le testimonianze degli stakeholder locali, come il gestore del parco e i coltivatori di riso. Oltre agli ecosistemi, le visite consentono infatti di volta in volta di conoscere aspetti di cultura e tradizioni fortemente condizionati dall’ambiente e dalle sue specificità. Il patrimonio ambientale e quello culturale appaiono quindi come un un unico fattore, cruciale per la valorizzazione dell’area.

ERVET e il Parco del Delta del Po, partner italiani di progetto, hanno presentato le attività svolte nel primo semestre, ribadendo l’interesse a lavorare non solo sull’identificazione dei servizi ecosistemici, ma anche sulla loro quantificazione economica e sulle ipotesi di creazione di meccanismi di pagamento degli stessi. Il terzo incontro internazionale avrà luogo in Italia e conterrà uno specifico focus su questi temi, che appaiono centrali per la valorizzazioni delle aree deltizie.

Per maggiori informazioni sulle attività di progetto:

https://www.interregeurope.eu/deltalady/